TARI – Tassa Rifiuti

COS’E’ LA TARI

TARI è l’acronimo di Tassa Rifiuti, la nuova imposta comunale istituita con la legge di stabilità 2014. Essa in pratica prende il posto della TARSU e della TARES.

Il presupposto della TARI è il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo di locali o di aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani.

CHI PAGA LA TARI?

La TARI è dovuta da chiunque possieda o detenga, a qualsiasi titolo, locali o aree scoperte a qualunque uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani. In caso di pluralità di possessori o di detentori, essi sono tenuti in solido all’adempimento dell’unica obbligazione tributaria.

Sono escluse dalla tassazione le aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali tassabili, non operative e le aree comuni condominiali che non sono detenute o occupate in via esclusiva.

In caso di detenzione temporanea di durata non superiore a 6 mesi nel corso dello stesso anno solare, la TARI è dovuta soltanto dal possessore dei locali e delle aree a titolo di proprietà, usufrutto, uso, abitazione o superficie.

Nel caso di locali in multiproprietà e di centri commerciali integrati, il soggetto che gestisce i servizi comuni è responsabile del versamento della TARI dovuta per i locali e le aree scoperte di uso comune e per i locali e le aree scoperte in uso esclusivo ai singoli possessori o detentori, fermi restando nei confronti di questi ultimi gli altri obblighi o diritti derivanti dal rapporto tributario riguardante i locali e le aree in uso esclusivo.

ESENZIONI TARI

Sono escluse le aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali tassabili, non operative, e le aree comuni condominiali che non sono detenute o occupate in via esclusiva. Regolamento TARI.

TARIFFE TARI

TARIFFE TARI 2020

TARIFFE TARI 2019

TARIFFE TARI 2018

TARIFFE TARI 2017

SCADENZE E MODALITA’ DI PAGAMENTO TARI

I pagamenti dovranno essere effettuati a mezzo del modello F24 allegato all’avviso di pagamento, recandosi presso qualsiasi sportello bancario o postale. I pagamenti TARI possono essere eseguiti in due rate definite Acconto e Saldo, come sotto specificato, o in una unica soluzione entro il 31 Marzo di ogni anno. L’avviso di pagamento viene trasmesso dal Comune tramite il Servizio Postale.

ACCONTO – SCADENZA 31 MARZO – Pari a quanto dovuto per i primi 6 mesi dell’anno, calcolato sulla base delle tariffe deliberate

SALDO – SCADENZA 30 SETTEMBRE – Pari a quanto dovuto per il secondo semestre dell’anno, con le medesime tariffe deliberate. Sul Saldo saranno calcolati eventuali conguagli a debito o a credito per variazioni intervenute, dichiarate e/o accertate.

CODICI TRIBUTO TARI

I codici F24 rinominati che identificano la TARI sono:

3944 – TARI

3945 – TARI  interessi

3946 – TARI  sanzioni

MODULISTICA TARI EDITABILE

01 – MODULO DENUNCIA DETENZIONE IMMOBILI 

02 – MODULO DENUNCIA VARIAZIONI UNITA’ ABITATIVE – PERTINENZE E AFFINI

03 – MODULO DENUNCIA VARIAZIONI IMMOBILI ADIBITI AD ATTIVITA’ PRODUTTIVE

04 – MODULO RICHIESTA AGEVOLAZIONE COMPOSTAGGIO DOMESTICO

05 – MODULO RICHIESTA ALTRE AGEVOLAZIONI O ESENZIONI

Le denunce di detenzione, variazione, agevolazione ed esenzione possono essere presentate a mano presso l’Ufficio Protocollo del Comune, inviate con Raccomandata AR all’indirizzo: Comune di Savignone – Ufficio Tributi. Via Garibaldi 2, 16010 SAVIGNONE (GE), o trasmessi con Posta Elettronica Certificata (PEC) all’indirizzo comune.savignone@pec.it  

Menu